Un altra vittoria (inventata) per il governo

Dopo le fantastiche dichiarazioni sul Southstream:

“Un grande successo. La nostra azione di diplomazia commerciale ha portato la Turchia ad accettare che un importante gasdotto, che la nostra Eni costruira’ al 50% con Gazprom, possa passare nelle acque territoriali della Turchia sul fondo del Mar Nero”.
Lo afferma al Tg1 il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, dopo la firma dell’accordo fra Russia e Turchia sul gasdotto South Stream.

Ed il relativo sputtanamento:

“il governo turco ha ricevuto un’inaspettata richiesta dell’ultimo minuto da parte di Berlusconi che voleva partecipare alla cerimonia della firma” del premier russo Vladimir Putin e di quello turco Tayyip Erdogan, ad Ankara. La fonte aggiunge che si è creata una “certa sorpresa” quando ci si è resi conto che Berlusconi voleva rivendicare l’accordo come un suo successo personale”
Per saperne di più sugli accordi del gasdotto South Stream, il Financial Times ci offre questi risultati nel suo archivio. Se avete tempo e voglia, dateci un’occhiata, c’è di tutto e di più. Nell’ultimo pezzo, firmato da Ed Crooks, si riassume tutto quanto. Strano: Silvio Berlusconi, Italia, la fondamentale mediazione del tycoon di Arcore non vengono menzionate. Sarà certamente una svista…
fonte polisblog.it

Una nuova vittoria per il governo:

Il premier italiano Silvio Berlusconi ritiene che la rinuncia dell’amministrazione americana al piano di costruzione dello scudo antimissilistico è un successo della diplomazia italiana. Nel corso di una conferenza stampa a Roma, ha commesso una serie di gaffe sostenendo che lo scudo sarebbe stato in… Repubblica Cecoslovacca e in Georgia, mentre i missili russi a Kaliningrad “In Lituania” [definendo, inoltre, Barack Obama “ministro”, n.d.t.].

Berlusconi ha dichiarato che sulla decisione di Washington ha pesato la posizione delle autorità italiane che premevano sul ritorno ad un clima di cooperazione con la Russia secondo lo spirito, come ricordato, di Pratica di Mare, dove nel 2002 è stato varato un accordo tra la NATO e Mosca.

La metafora calcistica del premier italiano

Tra l’altro, ha detto: “sono dispiaciuto per il fatto che in nessuna maniera è stato riconosciuto il grande gol della nostra politica estera segnato di recente. La prima premura e il primo scopo della nostra politica estera dall’inizio dei lavori di questo governo, sulla quale parliamo apertamente, è sempre stato il rinnovamento dei rapporti tra la nuova amministrazione americana e l’amministrazione della Federazione Russa che si erano raffreddati a seguito della decisione americana di installare missili in Repubblica Cecoslovacca e in Georgia e a seguito dell’offerta da parte dell’amministrazione americana all’Ucraina e alla Georgia dell’ingresso nella NATO”.

I missili russi sarebbero dovuti essere in Lituania?

“La Federazione Russa si è sentita, per così dire, circondata e subito ha risposto istallando suoi missili puntati su di noi nell’enclave di Kaliningrad in Lituania. Abbiamo fatto un passo indietro, e lo dice chi per un intero decennio ha sopportato la guerra fredda e due arsenali atomici contrapposti” ha dichiarato il premier.

“Ho potuto apparire come un pazzo riferendomi alla distruzione del mondo qualora stavamo per ritornare al dispiegamento di missili gli uni contro gli altri. Ho riconosciuto la questione come prioritaria per la politica estera e approfittando dell’amicizia con la Federazione Russa e dell’amicizia che siamo riusciti a mantenere con Hillary Clinton e con il presidente Obama, ed approfittando del fatto che contiamo nell’ambito internazionale (…) ho avviato per mezzo del ministro Frattini io stesso l’intera azione , affinché le due decisioni fossero accantonate” ha detto Berlusconi.

E ha aggiunto: “Sono state accantonate qualche giorno fa, lo ha annunciato il ministro Obama, e il giorno successivo Dmitrij Medvedev ha dichiarato che anche la Russia avrebbe rinunciato ai missili a Kaliningrad”.

“Ritengo che questo sia un grande successo” ha valutato Berlusconi. E ha aggiunto: “sono molto orgoglioso di questo risultato”.

Trad. Matteo Cazzulani

Articolo pubblicato su www.gazeta.pl il giorno 22-09-2009 alle ore 18:58 di proprietà del portale Gazeta.pl – www.gazeta.pl © Agora SA.

Bhè complimenti Silvio! Italia – Resto del mondo 2-0.
Annunci

One Response to Un altra vittoria (inventata) per il governo

  1. […] avevo già parlato delle appropriazioni indebite in campo internazionale di cui si vanta il nostro presidente del […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: