I Mastella’s non suonano più l’arpac

Ieri è arrivata la notizia : napoli 63 INDAGATI TRA POLITICI E IMPRENDITORI

Il divieto di dimora per il presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo Mastella, riguarda tutta la regione. E’ esteso anche alle province di Latina, Frosinone, Isernia, Campobasso, Foggia e Potenza.

Poverina, è stata costretta a lasciare la sua amata Ceppaloni.

Ma vediamo di capire di che si tratta :
L’arpac è una agenzia per l’ambiente, sul sito si legge “Sviluppare attività di prevenzione e controllo e favorire il superamento delle molteplici criticità ambientali della campania”.
Il solito inutile ente che in 10 ani, basta vedere lo stato del territorio campano, non ha prodotto altro che 655 posti di lavoro raccomandati da politici, consulenze, super parcelle e scambio di voti.

Le accuse contro i Mastella’s sono pesantissime e le misure prese (il divieto di dimora) lo sono altrettanto.

per approfondire guardate qui, ma anche qui e come sempre sul fatto quotidiano di oggi e di ieri.

Annunci

2 Responses to I Mastella’s non suonano più l’arpac

  1. spazioalmaso ha detto:

    Aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso!Per ora non sono altro che misure preventive, vediamo se stavolta i magistrati avranno qualcosa da dire!Perché l’ultima volta che vennero implicati, i coniugi Mastella non vennero condannati, e tutti i giornali già col titolone pronto come se fossero dei delinquenti. Per quanto Mastella non mi piaccia, sarebbe bello vedere un pò di correttezza sui giornali, senza dare dei delinquenti a persone che non sono state condannate.

    Tommaso

    • ilronny ha detto:

      i coniugi Mastella non vennero condannati

      Quantomeno non ancora… il processo è appena iniziato, ieri (20 ottobre) c’è stata un altra udienza. Mastella non è però processabile rispetto agli altri perchè le intercettazioni a suo carico prima di poter essere utilizzate (in quanto lui era un parlamentare : Ministro della Giustizia…..) si devono seguire autorizzazioni particolari. Quindi per il suo processo ci sarà da aspettare che la corte costituzionale si pronunci sull’utizzabilità delle intercettazioni.
      fonte qui

      sarebbe bello vedere un pò di correttezza sui giornali, senza dare dei delinquenti a persone che non sono state condannate.

      Concordo che non si è colpevoli fino a condanna, ma la cosa clamorosa sono le misure cautelari prese in questo caso. Se ieri erano arresti domiciliari oggi sono divieto di dimora nel posto dove lavora… Quindi sicuramente hai ragione, però tieni conto che Mastella e famiglia sono personaggi quantomeno ambigui.
      Un giorno con Prodi (per non parlare dei precedenti voltagabbana) il giorno dopo si dimette perchè la moglie è accusata (che solidarietà!) e fa cadere il governo prodi, il giorno dopo ancora è (guardacaso) candidato con berlusconi, eletto in europarlamento si lamenta della diaria, adesso che è riaccusato si dimettera??
      Viva la coerenza politica di quest’uomo. Ovvio che poi i giornali e la gente ce l’abbiamo con lui. E’ il classico esempio di come non dovrebbe essere un politico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: