White Christmas, l’ennesima porcata razzista-leghista

novembre 30, 2009

Leggo con sgomento l’ennesima iniziativa razzista nel nostro paese, tra l’altro vicino casa mia…
Dall’articolo originale :

“Il lato notevolmente vigliacco di questa vicenda è che l’operazione di rastrellamento degli immigrati (“andremo casa per casa a controllare”) la giunta leghista l’ha chiamata White Christmas, che non vuol dire Bianco Natale, ma Natale di razza bianca. Sapendo benissimo di pronunciare una bestemmia proprio nei confronti del neonato – che si annunciò come una promessa di convivenza venendo al mondo povero, indifeso e migrante – che il Natale celebra e che loro imbrattano.

Tocca vedere in questa brutta Italia pure un ministro come Ignazio La Russa sbraitare in tv a difesa del crocefisso negli edifici pubblici. E per farlo, spalancare gli occhi: “Non lo toglieremo mai!”. E poi stringere i braccioli della sedia, gonfiare le vene del collo, gridare tre volte: “Possono morire! Possono morire! Possono morire!”. Senza neanche sospettare quanto sia grottesco difendere uno dei maggiori simboli della sofferenza umana, promettendone altrettanta.”

debbo aggiungere altro?

Annunci

Divieto, divieto e divieto

novembre 27, 2009

Questa è forse la maggiore sinstesi delle proposte leghiste.
Divieto al kebab, divieto al gelato, divieto al clandestino e in ultimo divieto di fumo in auto.
Io proporrei un divieto di sparare ulteriori cazzate. E’ forse l’unico che serve.

E’ vero forse che il fumo distrae un pochino l’autista nell’atto di posare la cenere o accendere la sigaretta… però sono già tutti incazzati la mattina almeno fateli rilassare un attimo i nervi! La cosa non ha senso secondo me per gente che in macchina fa moltissimi chilometri o in macchina ci lavora ed è costretto a starci molte ore. E se sono fermo?

Insomma molti dubbi e un unica certezza, DIVIETO.